COLANI

LUIGI

Maestro di estreme forme rotonde, il Professor Luigi Colani ci ha lasciato. Ma non è la fine, è soltanto un nuovo inizio.

“Il Biodesign e la sua eredità guideranno e ispireranno l’umanità per molti anni a venire”. 

Come mentore della scena internazionale dell’Organic Design, Colani ha lasciato il segno in tutto il mondo. Come ricercatore futurista, è riuscito a influenzare i più grandi designer e architetti contemporanei attraverso le sue opere e le sue forme. Colani, scienziato della forma e un filosofo 3D, ha facilitato ingenti investimenti nella ricerca per il futuro del design. 

Alla Triennale di Milano, i più importanti esperti di Leonardo Da Vinci lo hanno celebrato come l’Homo Universalis del Modernismo, comparandolo a Leonardo stesso. 

Luigi Colani è nato a Berlino nel 1928. Ha studiato scultura e pittura nella sua città natale alla Hochschule für Bildende Künste. 

Successivamente ha studiato ingegneria aeronautica alla Sorbona di Parigi, periodo della sua vita durante il quale ha scoperto un grande interesse per le forme della natura (pesci, uccelli, alberi e tutte le altre creature viventi). 

Ha applicato il suo interesse per la natura, sviluppando forme rotonde, per lo più estreme, che caratterizzano in modo significativo le sue opere e tecniche, arrivando così alla creazione di una nuova formula: “90% natura + 10% ispirazione Colani”, e alla nascita del “BioDesign”, un’interpretazione umana delle forme create dalla “Natura”. 

“Dobbiamo tornare indietro e imparare osservando la natura. Solo lì troveremo le risposte perfette”. 

Luigi Colani aveva un’energia vitale vulcanica, a tratti dirompente. Molti lo percepivano come arrogante, ma chi aveva la capacità di leggere tra le righe sapeva che questa visione era lontana dalla verità. Piuttosto, era un grido di aiuto per l'ecologia.

Luigi Colani-ritratto.jpg