BONALUMI

AGOSTINO

Agostino Bonalumi nasce a Vimercate nel 1935.


Studia progettazione tecnica e meccanica e nel 1948, all'età di tredici anni, espone le sue prime opere nella sua città natale. La sua prima mostra personale si tiene a Milano nel 1956; nel 1958 inizia a collaborare con Enrico Castellani e Piero Manzoni, partecipando a una mostra collettiva a Milano, alla quale ne seguiranno altre a Roma e in altre città europee.

 

Partecipando alla fondazione della rivista Azimuth e seguendo il percorso di Lucio Fontana, mentore del gruppo, Agostino Bonalumi inizia a sviluppare l'idea di quella che definisce “pittura-oggetto”.

 

Nel 1959 viene organizzata la sua prima mostra all'estero nella città di Rotterdam. L'anno successivo, a Losanna, l'artista sarà uno dei fondatori del Movimento internazionale Nuova Scuola Europea. Bonalumi stringerà stretti legami con la scena artistica tedesca, come il “Movimento ZERO”. Parteciperà più volte alla Biennale di Venezia (1966 e 1970), alla Biennale di San Paolo (1967) e alla Biennale dei Giovani Artisti di Parigi. Successivamente trascorre un periodo di studio e lavoro in America, vivendo per un certo periodo a New York e in Nord Africa.


Negli anni successivi l'artista vede la sua opera regolarmente presente in numerose mostre personali e collettive in ogni parte del mondo alle quali seguiranno negli ultimi anni numerose retrospettive.


Agostino Bonalumi si è spento a Monza nel settembre 2013.